Accademia Scacchi Milano
Scuola di Scacchi riconosciuta FSI
Presso Circolo Culturale "I Navigli"
Via De Amicis 17 - M2 S. Ambrogio
Tel. 328 7194921
C.F. 97419000159
Sede climatizzata, ampia ed elegante
con bar, ristorante ed auditorium.
Riservata ai Soci

ASM


09:30-12:00 Domenica
15:00-19:00 Mar,Mer,Gio,Sab,Dom
20:00-02:00 da Martedì a Domenica

     La nostra Sede
     Iscriviti all'Accademia
     Organizzazione
     Tutti gli Eventi in Calendario


Calendario Accademia

<< Settembre 2018 >> 
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
242526272830

Seguiteci

Accademia su FacebookAccademia su TwitterAccademia su Google PlusRSS Accademia
 36 visitatori online
Ultimo aggiornamento del sito:
Domenica 23 Settembre 2018 11:58
Google
Web Accademia

Tattica del giorno

Per gli autori



TSS di Milano e Provincia Primarie: che Giornata!
Giovanile - Resoconti agonistica giovanile
Scritto da Fiorenza Viani   
Giovedì 08 Marzo 2018 18:20

TSS Cormano 2018 GiorgioNumeri da brivido: novantadue (92!!!) squadre maschili/miste e ventinove (29!!!) squadre femminili si sono affrontate in due tornei da sei turni nell’affollatissimo PalaCormano a Brusuglio. La stima dei giocatori totali iscritti ai TSS di Milano - e stimiamo solo le Scuole Primarie tralasciando le Secondarie di I e II grado - supera di molto le seicento (600!!!) unità. Nessun’altra provincia in Lombardia si avvicina a questi numeri ed è necessario comprendere fino in fondo la portata di una manifestazione ciclopica (paragonabile, in termini quantitativi, alla finale nazionale dei TSS) che in un solo giorno schiera ogni anno sempre più scuole e sempre più giocatori.

Gli Organizzatori di Cormano (Giuseppe Lisimberti, Delegato Provinciale, ed il suo affiatato staff) hanno saputo ricreare la consueta magia ma abbiamo il dovere di chiederci a quale prezzo, sia in termini di costi, sia di impegno fisico e di tempo, sia di assunzione di grosse responsabilità. Il Palazzetto straripava, letteralmente, di ragazzi e, se da un lato lo spettacolo era straordinario e galvanizzante, dall’altro lato molti accompagnatori (e mi ci metto pure io) hanno provato lunghi brividi quando i ragazzi si accalcavano in massa per accedere alla sala di gioco o si agitavano vivacemente sulle gradinate. Tutto è andato bene, gli accompagnatori delle squadre e lo staff hanno operato al meglio, non si è fatto male nessuno, il medico è stato chiamato in sala solo due volte (ma, probabilmente, non per soccorrere i giocatori e le giocatrici). Però, non possiamo chiudere gli occhi davanti ad un evento che va ristrutturato (forse) ed aiutato (sicuramente) in termini di risorse economiche da parte degli enti istituzionali. I TSS di Milano sono quattro volte più “polputi” dei TSS della seconda provincia di Lombardia (Bergamo) e – lo ripeto – non hanno eguali in tutta la Lombardia e, probabilmente, in tutta Italia (pronta ad essere smentita). Proseguendo su questa strada di “richiesta di buona volontà” a cui i Circoli (i soliti…) di Milano e Provincia sono chiamati per organizzare e gestire uno splendido mostro, si rischia di giungere ad un punto di non ritorno in cui sarà d’obbligo rinunciare per mancanza di risorse economiche e di sicurezza. Quindi? Che il CRL aiuti Milano in proporzione ai reali numeri espressi e si renda finalmente conto che il lavoro compiuto dalla nostra provincia non ha eguali: l’ecumenismo è perfetto in certi ambiti ma non quando si dovrebbe avere nel mirino il futuro scacchistico e la sicurezza dei giovani.

Due parole sullo staff arbitrale: eccellente! Michele Gisolini, al pairing, non si è mai alzato dal computer (falso: è riuscito a trovare anche il modo di arbitrare in sala…) e ha cadenzato il ritmo della manifestazione con precisione cronometrica, Brunetto Casalini lo ha (anche) affiancato nell’inserimento e controllo dei dati (più di seicento giocatori significa inserire più di trecento risultati per sei volte…), Tiziana Balzarini – arbitro principale – ha gestito (oltre a tutto il resto) con la consueta cortese fermezza l’aspetto “disciplinare” della manifestazione (immaginiamoci la scena: ottocento persone stipate in un palazzetto, senza poter uscire per la pioggia, che devono osservare un rispettoso silenzio…) e poi gli arbitri di sala, Rancati, Sanson, Mortarino, il Dr. Pelizzola, il nostro Presidente Gervasio, tutti ben coordinati dal solito straordinario Nicola Pino. Selva di mani alzate ma arbitri ben divisi e piazzati per settore ad esaudire le richieste di tutti. E poi una chicca organizzativa: la piantina della sala gioco con la disposizione dei tavoli numerati per facilitare l’orientamento delle squadre e poi…le caramelle ad ogni giocatore: questa è Cormano!

In attesa che le classifiche vengano pubblicate sui siti ufficiali, anticipiamo che il Torneo maschile/misto è stato vinto dalla Scuola Primaria Manzoni Torre di Cinisello Balsamo davanti all’Hack Rosso di Cernusco s.N. ed alla Casa del Sole di Milano con lo Scarpa Pini di Giuseppe Andreoni (Milano) al quarto posto. La squadra della Riccardo Massa (Gianfranco Cerè) ha fatto la sua bellissima figura piazzandosi al settimo posto e undicesima è la Pietro Micca A (Fabio Borin e Marco Benghiat). Nelle prime trenta (su 92 squadre) si piazzano anche la Pietro Micca C (22°) e la Mile School (25°, Fabio Garriani Fox) al suo esordio assoluto ai TSS. L’altra esordiente, la Confalonieri-Dal Verme (Carlo Fornasir) si fa onore con un 33° posto. Il torneo femminile vede la vittoria della M. Hack Blu di Cernusco (ah, quel mago di Oscar Crippa!) davanti alle bravissime giocatrici del Falcone Borsellino B di Pantigliate ed alla E. Romani di Bresso. Bene la Pezzani (Elia Mariano) che piazza le sue tre squadre nelle prime dieci. A breve, le classifiche individuali.