Accademia Scacchi Milano
Scuola di Scacchi riconosciuta FSI
Presso Circolo Culturale "I Navigli"
Via De Amicis 17 - M2 S. Ambrogio
Tel. 328 7194921
C.F. 97419000159
Sede climatizzata, ampia ed elegante
con bar, ristorante ed auditorium.
Riservata ai Soci

ASM


15:00-00:00 da Lunedì al Sabato
09:30-00:00 Domenica

     La nostra Sede
     Iscriviti all'Accademia
     Organizzazione
     Tutti gli Eventi in Calendario


Calendario Accademia

<< Agosto 2022 >> 
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Seguiteci

Accademia su FacebookAccademia su TwitterAccademia su Google PlusRSS Accademia
 138 visitatori online
Ultimo aggiornamento del sito:
Sabato 06 Agosto 2022 06:51
Google
Web Accademia

Tattica del giorno

Per gli autori



Accademia è il primo Circolo giovane d'Italia
Giovanile - Resoconti agonistica giovanile
Scritto da Fiorenza Viani   
Lunedì 11 Luglio 2022 13:20

Albo dOroCe l’hanno fatta, i nostri giovani, a prendere Accademia fra le braccia e a sollevarla sul gradino più alto del podio delle Società d’Italia: un primo posto importante e prestigioso che corona un anno di lavoro costante dei nostri ragazzi e ragazze. Sebbene non tutte le prestazioni siano state all’altezza delle attese, superiamo il Circolo Scacchistico Bolognese ed il Centro Scacchi Palermo (che giocava in casa). Vediamo, torneo per torneo com’è andata. Under 8M/M: due rappresentanti, Andrej Dettori e Lucio Solari. Andrej, inatteso, agguanta l’11° posizione con 6/9 e Lucio (il più giovane del torneo) lotta come un leone e chiude a 3/9. Under 10M/M: quattro rappresentanti, Ivanin Yehor, Federico Revoltella, Matvii Klyshchevskyi e Vittorio Assunto. Si ritira Vittorio per una serie di sfortunate (e pericolose) vicende capitate sul suolo siculo, Federico chiude 16° a 6/9, Matvii è 29° a 5/9 e Yehor si laurea Vice Campione d’Italia con 7.5/9. Under 12 MM: dodici rappresentanti. Adrian Di Bartolomeo chiude 5° a 7/9, Ettore Polidoro è 20° a 6/9. Chiude a 5.5 Carlo Abategiovanni (41°). Chiudono a 5/9 Luca Bargagli (43°), Dulmina Moratumullege (47°), Leonardo Laurel (54°), Jan Dettori (56°) e Dante Solari (57°). Quattro punti per Luca Vignale (82°), Giosuè Adams Bida (89°), Alessandro Clerici (94°) e 3.5 per Victor Pambieri (97°). Under 14MM: nove giocatori. Simone Carrideo chiude in 17° posizione (6/9), a 5.5 abbiamo Pietro Ballabio (22°), Daniel Garcia (33°) e Davide Martirosyan (39°). A 5 punti troviamo Federico Pighi (42°). A 4.5 è Manuel Jamous (68°), a 4 sono Edoardo Clerici (83°) e Giulio Cremona (95°) e a 2.5 è Tristan Ciceri (123°). Under 16M/M: nove rappresentanti. A 5.5 abbiamo Federico Giammona (23°) e Alessandro Cervini (34°). A 5/9, Edoardo Greco (42°), Niccolò Baldeschi (44°) ed Edoardo Pighi (52°). A 4.5, Federico Peano Cavasola (68°), Claudio Fiorini (71°) e Filippo Gargiulo (72°). A 4 punti troviamo Salvatore Piazzese (77°). Under 18M/M: quattro giocatori con Leo Titze sul podio al 3° posto (7/9) e Luca Di Trapani al 4° (7/9). Seguono Gem Lacambra al 16° con 5.5 ed Alessandro Marazza al 51° con 4 punti. Under 8F: due giocatrici con Ria Arun Campionessa Italiana a 9/9 e Nicole Pambieri Vice Campionessa a 8/9. Under 12F: una sola rappresentante, Lavinia Cara Romeo, che si laurea Vice Campionessa Italiana con 7/9. Under 14F: tre giocatrici. Elizabeth Canubas, dopo un torneo giocato sempre in testa, inciampa nell’ultima partita e chiude al 5° posto (6.5). Pinindu Moratumullege è 17° a 5 ed Arianna Greco è 21° a 4.5. Under 18F: abbiamo solo Pari Meharunkar a difendere i colori di Accademia. Termina il torneo 14° a 4 punti. In allegato, tutte le classifiche finali di tutti i tornei. Due parole ancora per sottolineare il successo personale del nostro Roberto Montaruli che di coppe non ne ha potute vincere solo perchè non era stata prevista dagli organizzatori la coppa per l'Istruttore più visitato del torneo. Le sue analisi - diventate mitiche e ricercate da molti giocatori di altri Circoli - hanno dato supporto e conforto nei momenti difficili ed hanno "messo in riga" quando necessario. Chapeau, Roberto!