Accademia Scacchi Milano
Scuola di Scacchi riconosciuta FSI
Presso Circolo Culturale "I Navigli"
Via De Amicis 17 - M2 S. Ambrogio
Tel. 328 7194921
C.F. 97419000159
Sede climatizzata, ampia ed elegante
con bar, ristorante ed auditorium.
Riservata ai Soci

ASM


15:00-00:00 da Lunedì al Sabato
09:30-00:00 Domenica

     La nostra Sede
     Iscriviti all'Accademia
     Organizzazione
     Tutti gli Eventi in Calendario


Calendario Accademia

<< Giugno 2022 >> 
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
    2  3
  6  7  910
131415161718
27282930   

Seguiteci

Accademia su FacebookAccademia su TwitterAccademia su Google PlusRSS Accademia
 119 visitatori online
Ultimo aggiornamento del sito:
Sabato 18 Giugno 2022 12:47
Google
Web Accademia

Tattica del giorno

Per gli autori



Presentazione in ASM
Cultura - Letteratura
Scritto da Giorgio Chinnici   
Sabato 11 Giugno 2022 20:53
Specchio delle mie brameBellissima presentazione di "Nere notti e bianchi giorni. Bobby Fischer e la sfida del secolo" sabato 11 giugno in Accademia. Grazie a Laura Paganini (Donna nera), a Ilaria Ferrari (Donna bianca), a Mauro Torelli che ha scattato le foto e a tutti gli intervenuti! Molto interessante anche la presentazione di Ivano Porpora, che si è tenuta subito dopo la mia e alla quale con molto piacere ho assistito.
Desidero ringraziare l'Accademia Scacchi Milano, e in modo particolare il Presidente Francesco Gervasio, con l'auspicio che si consolidi e si estenda ancora di più la realizzazione di eventi legati alla cultura degli scacchi!
Intanto, se sabato prossimo 18 giugno volete venire a sentirmi, alle 15 al Circolo Filologico Milanese propongo la mia conferenza per tutti "Specchio delle mie brame. La simmetria speculare e la caduta della parità". La partecipazione è gratuita. Di chie cosa si tratta? Di un viaggio scientifico nel magico mondo dello specchio, come Alice di Lewis Carroll! Perché lo specchio inverte la destra con la sinistra ma non l'alto con il basso? Che cosa sono la simmetria speculare e la chiralità? Scopriremo che le leggi della natura sono indifferenti alla trasformazione di parità (inversione di destra e sinistra), tranne in un caso. E quel caso è una storia affascinante.